Skip to content

JORNADESFOTOGRAFIASOCIAL.COM

Jornadesfotografiasocial

Scarica ricarica bodybuilding


  1. Very low carb keto diet, uso e consumo [3 parte]
  2. Definizione Muscolare con La Scarica e Ricarica Dei Carboidrati
  3. Come seguire la ricarica di carboidrati. - Personal Trainer Online

Vediamo innanzi tutto di spiegare che cosa è questa ricarica dei carboidrati, come è bene comportarsi per la ricarica nel contesto del bodybuilding. Nei 3 giorni di scarica occorre ridurre progressivamente i carboidrati. Nei giorni di scarica ci saranno pochi carboidrati nell'alimentazione, mentre nei Schede allenamento per Bodybuilding, Fitness e Combattimento a partire Definizione Muscolare con La Scarica e Ricarica Dei Carboidrati. Pelle sottile, scarica, ricarica dei carboidrati, supercompensazione glicogeno, fitness, prodotti e integratori per il body building e consulenze. body building. Il Forum del Body Building & Fitness - Powered by vBulletin · Aiuto. Ricordami? La Piattaforma Predefinito scarica e ricarica carbo. pre gara. Come noterete la dieta di scarica si distanzia poco da quella sopra delle prime 4 settimane ma occhio che se la dieta e' stata variata poco in parallelo ho.

Nome: scarica ricarica bodybuilding
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 49.68 Megabytes

Scarica ricarica bodybuilding

Home Cos'è Nuovo? Pagina 1 di 2 1 2 Ultima Vai alla pagina: Risultati da 1 a 15 di Discussione: Ricariche per ottimizzare dieta di definizione. Ricariche per ottimizzare dieta di definizione. Prima non riusciva mai a diventare veramente definito o a rimanere definito per lungo tempo senza soffrire fame e cali di energia. Poi ha cambiato approccio in definizione: prima di tutto dice che gli ultimi chili li ha persi molto lentamente con un deficit calorico veramente modesto e che grazie a questo non ha perso muscoli.

Con l'evolversi del bodybuilding oltre a puntare l'attenzione all'aumento delle masse muscolari, c'è stato un evolversi anche nell'ambito della qualità muscolare , infatti anche nelle gare di categoria minore possiamo constatare la presenza di atleti con corpi molto tirati e giudici che cominciano a dare un notevole peso a questa nuova condizione fisica. A mio parere è giusto visto che la difficoltà maggiore per arrivare a tiraggi limiti è mantenere una dieta senza concedersi i cosi detti "strappi".

Aumentare la muscolatura è relativamente più semplice che tirarsi fino all'osso; mangiare bene piace a tutti, farsi 3 mesi di dieta ferrea invece richiede una grande forza di volontà e di determinazione. La differenza di chi ha fatto le cose in maniera giusta si nota subito quando si sale sul palco di gara. Non sempre la colpa di un cattivo tiraggio è da attribuire all'atleta, ma la maggior parte delle volte il problema è a monte; nel preparatore.

Molto spesso persone che non hanno nessuna cognizione di come funziona il corpo umano s'improvvisano allenatori con la conseguenza che non sapendo come massimizzare il tiraggio attraverso l'alimentazione si ritrovano a far fare delle cose assurde agli atleti, come ad esempio, molti giorni di scarica mancata assunzione di carboidrati , non bere acqua o ore di aerobica poco prima di una gara, in questo modo ottengono la maggior parte delle volte un effetto rebound, visto che la perdita di peso solitamente è da attribuire al catabolismo dei muscoli e solo in piccola parte della massa grassa.

Un tipo molto muscoloso che si potrebbe anche permettersi il lusso di buttare via qualche KG di muscolo personalmente anche in questo caso non l'approvo ma chi ha già con una corporatura esile, un simile trattamento potrebbe compromettere seriamente l'esito della gara oltre ad essere altamente pericoloso per la salute.

Esaminiamo ogni singola controindicazione, la scarica , ad esempio, secondo il mio parere non dovrebbe essere mai fatta a zero carboidrati per i seguenti motivi: primo, perché anche assumendo g di carboidrati puri al giorno già si crea uno stato di deficit di glicogeno, basti pensare che il solo cervello nell'arco di una giornata utilizza circa g, per questo motivo che quando non si ingeriscono carboidrati per diversi giorni cominciate si avverte uno stato di nervosismo; inoltre, con l'allenamento, esaurite le scorte immagazzinate in muscoli e fegato e non ripristinandole si porta ad innescare uno stato di catabolismo che si traduce in distruzione della massa muscolare.

Per quanto riguarda l'attività aerobica, io sono favorevole soltanto nel periodo in cui il regime alimentare è molto ricco periodo di massa perché è l'unico mezzo che abbiamo per allenare il cuore visto che quest'ultimo si stimola principalmente con un lavoro aerobico, mentre la escludo completamente nel periodo di scarica dal momento in cui l'assunzione di carboidrati comincia a essere ridotta in maniera notevole.

Il più grande problema di molti preparatori è il non saper delineare in maniera approssimativa quante calorie una persona brucia giornalmente , infatti molti per dieta intendono soltanto eliminare carboidrati.

E' più facile far dimagrire una persona privandolo completamente di glucidi piuttosto di cercare di capire quante calorie possa realmente necessitare al giorno, con conseguente notevole perdita di massa magra. Personalmente cerco di elaborare una dieta che porti a calcolare quanto calorie necessiti una persona "normale" in base a diversi fattori, come: peso prefissato, lavoro e numero di allenamenti per settimana.

Una volta capito il suo dispendio calorico eccezione fatta con chi ha problemi di tiroide creo un deficit di circa calorie, e non appena l'atleta si avvicina al peso prefissato modifico di nuovo la dieta.

Queste linee valgono per entrambe le strategie quindi..

Very low carb keto diet, uso e consumo [3 parte]

In entrambi i casi comunque, arrivati alla fine della seconda fase, la quota di carboidrati sarà ridotta. Anche il livello di grassi tenderà a calare gradualmente durante il periodo di definizione. Abbiamo già analizzato il rapporto carboidrati:grassi e visto come esso sia utile per identificare il substrato energetico utilizzato e la nostra flessibilità metabolica. Abbiamo anche visto come, in periodi di massa, ci sia un range ideale nel quale dobbiamo mantenerci.

Ma in una dieta per la definizione?

Fermiamoci un secondo. Nel primo caso la risposta è semplice: vogliamo forzare il corpo a bruciare il più possibile i grassi.

Ebbene il risultato finale sarà sempre una perdita di adipe a riposo.

Il contesto generale sarà infatti catabolico e la co-ingestione di carboidrati e proteine rappresenterà solo uno stimolo anabolico direzionato alla massa muscolare permettendone una maggiore conservazione. Finita la seconda fase dobbiamo essere arrivati, come detto, al livello di massa grassa desiderato. In questo caso le possibili scelte sono due, sempre in base alla strategia per la quale abbiamo optato:.

Se abbiamo fatto le cose per bene dovremmo essere arrivati al livello di massa grassa desiderato.

Definizione Muscolare con La Scarica e Ricarica Dei Carboidrati

Vediamo allora come mettere questa ciliegina sulla nostra torta. La Reverse diet è una delle strategie alimentari più fraintese di questi ultimi anni. La Reverse Diet è una strategia volta a concludere la dieta per la definizione.

Per far questo non dovremo far altro che agire su tre fronti:. Aumentare gradualmente i carboidrati andando a diminuire i grassi nel caso abbiamo optato per la prima strategia. Il rapporto carboidrati:grassi andrà ad aumentare e considerando la massa grassa bassa, perderemo totalmente la flessibilità metabolica bruciando carboidrati a riposo non a caso la fame sarà difficilmente sostenibile, il corpo chiederà continuamente zuccheri.

Dovremo andare ad aumentare di un gr di carboidrati a settimana. Ciclizzare i carboidrati durante la settimana. Anche se la quota tenderà ad aumentare, il livello di glucidi nei vari giorni dovrà variare. Questo perchè sarà fondamentale mantenere alta la capacità di sovra-compensazione del tessuto muscolare. Con continui lavori di scarica e ricarica il muscolo sarà allenato e pronto a captare quanto più glucosio possibile.

Questo lavoro viene solitamente fatto prevedendo una scarica durante la settimana e una ricarica gli ultimi giorni che per gli agonisti corrispondono al giorno della gara. Aumentare il dispendio calorico tramite sedute ad alta intensità.

Come seguire la ricarica di carboidrati. - Personal Trainer Online

Ovviamente per mantenere inalterato il livello di massa grassa il deficit energetico non deve variare di tanto. Sedute di HIIT o circuiti di crossfit sui muscoli allenati nella seduta sono una soluzione ideale. La scelta di utilizzare un allenamento metabolico e denso deriva dal fatto di voler coinvolgere direttamente i glucidi come substrato energetico proprio per andarli a depletare il più possibile.

Questa strategia sfocia e si interseca con quella del peaking , ossia del raggiungimento del picco di forma in un giorno specifico gara, shooting etc.. La dieta per la definizione assume sfaccettature ben diverse per le donne.

Generalmente avendo una massa grassa maggiore la dieta di definizione per le donne risponde meglio ad un metabolismo lipidico, rispetto a quello glucidico a meno che non dedichiamo mesi di reset metabolico.

Come abbiamo visto le strategie sono molto distanti tra loro, per non dire opposte.