Skip to content

JORNADESFOTOGRAFIASOCIAL.COM

Jornadesfotografiasocial

Foglietto della messa scarica


  1. Foglietto Santa Messa
  2. comunitapastoralecornate
  3. LA DOMENICA, IL FOGLIETTO DELLA MESSA (IV Domenica di Pasqua)

Con La Domenica di San Paolo troverete ogni settimana il commento alle letture della santa Messa, la liturgia, SCARICA IL FOGLIETTO DELLA DOMENICA. sito ufficiale della Parrocchia SS. AA. Pietro e Paolo in Papanice, notizie, foto, storia, S. Pantaleone Protettore della comunità. Nuovo Lezionario - Le presentazioni riguardano le messe per le famiglie delle Per scaricare le presentazioni fare clic sull'icona col tasto destro del. FOGLIETTO DA SCARICARE/STAMPARE PER PARTECIPARE ALLA S. MESSA in formato "PDF". S. Messa del 3 Maggio · S. Messa del 10 Maggio La Domenica il foglietto della messa della san Paolo, per la III Domenica di Pasqua è scaricabile gratuitamente. sia per la stampa (A4, fronte/retro) che per tablet.

Nome: foglietto della messa scarica
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratis!
Dimensione del file: 27.72 MB

Foglietto della messa scarica

Giuste e vere le tue strade, Re dei secoli, che guidi il tuo popolo attraverso il deserto! In quei giorni. Non ti farai idolo né immagine alcuna di quanto è lassù nel cielo, né di quanto è quaggiù sulla terra, né di quanto è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai.

Perché io, il Signore, tuo Dio, sono un Dio geloso, che punisce la colpa dei padri nei figli fino alla terza e alla quarta generazione, per coloro che mi odiano, ma che dimostra la sua bontà fino a mille generazioni, per quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

Non pronuncerai invano il nome del Signore, tuo Dio, perché il Signore non lascia impunito chi pronuncia il suo nome invano. Sei giorni lavorerai e farai ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato in onore del Signore, tuo Dio: non farai alcun lavoro, né tu né tuo figlio né tua figlia, né il tuo schiavo né la tua schiava, né il tuo bestiame, né il forestiero che dimora presso di te.

Perché in sei giorni il Signore ha fatto il cielo e la terra e il mare e quanto è in essi, ma si è riposato il settimo giorno.

Onora tuo padre e tua madre, perché si prolunghino i tuoi giorni nel paese che il Signore, tuo Dio, ti dà.

E una folla considerevole fu aggiunta al Signore.

Rimasero insieme un anno intero in quella Chiesa e istruirono molta gente. Di te si dicono cose gloriose, città di Dio! Canto al Vangelo Gv 10,27 Alleluia, alleluia.

Le mie pecore ascoltano la mia voce, dice il Signore, e io le conosco ed esse mi seguono. Era inverno. Gesù camminava nel tempio, nel portico di Salomone. Ma voi non credete perché non fate parte delle mie pecore. Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. A volte, ad aumentare un po' la sicurezza, si aggiungeva una fila di rovi spinosi, in modo da impedire ai ladri e ai lupi di accedere e di fare scempio del gregge.

Il recinto, normalmente, sorgeva nei pressi del villaggio e radunava le pecore di numerosi proprietari. A turno, poi, questi si alternavano per la veglia della notte: si ponevano nell'unica apertura del recinto di pietre e, seduti, si appoggiavano con la schiena ad uno stupite e con le gambe rannicchiate chiudevano il passaggio: diventavano loro stessi la 'porta' del recinto.

Foglietto Santa Messa

Posso contare tutte le mie ossa. Si dividono le mie vesti, sulla mia tunica gettano la sorte. Ma tu, Signore, non stare lontano, mia forza, vieni presto in mio aiuto. Monizione Cristo Gesù non manifesta attraverso l'arroganza la sua condizione di essere Figlio di Dio, ma con umiltà prende su di sé tutte le miserie umane attraverso la sua passione e morte che salverà l'umanità.

Monizione Questo Vangelo va contemplato, pregato e vissuto. Chi mai è disposto a sopportare tanta violenza e tremenda sofferenza? Guardando la croce siamo noi in grado di riconoscere l'amore grande di Nostro Signore?

Lode e onore a te, Signore Gesù! Per noi Cristo si è fatto obbediente fino alla morte e a una morte di croce.

Ha unto in anticipo il mio corpo per la sepoltura Gesù si trovava a Betània, nella casa di Simone il lebbroso. Mentre era a tavola, giunse una donna che aveva un vaso di alabastro, pieno di profumo di puro nardo, di grande valore. Si poteva venderlo per più di trecento denari e darli ai poveri!

Ed erano infuriati contro di lei. I poveri infatti li avete sempre con voi e potete far loro del bene quando volete, ma non sempre avete me. Ed egli cercava come consegnarlo al momento opportuno.

I discepoli andarono e, entrati in città, trovarono come aveva detto loro e prepararono la Pasqua. Questo è il mio corpo. Poi prese un calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. Lo stesso dicevano pure tutti gli altri. Tutto è possibile a te: allontana da me questo calice! Non sei riuscito a vegliare una sola ora?

comunitapastoralecornate

Vegliate e pregate per non entrare in tentazione. Alzatevi, andiamo! Quelli gli misero le mani addosso e lo arrestarono. Ogni giorno ero in mezzo a voi nel tempio a insegnare, e non mi avete arrestato. Si compiano dunque le Scritture! Allora tutti lo abbandonarono e fuggirono. Sei tu il Cristo, il Figlio del Benedetto?

LA DOMENICA, IL FOGLIETTO DELLA MESSA (IV Domenica di Pasqua)

Condussero Gesù dal sommo sacerdote, e là si riunirono tutti i capi dei sacerdoti, gli anziani e gli scribi. Pietro lo aveva seguito da lontano, fin dentro il cortile del palazzo del sommo sacerdote, e se ne stava seduto tra i servi, scaldandosi al fuoco.

I capi dei sacerdoti e tutto il sinedrio cercavano una testimonianza contro Gesù per metterlo a morte, ma non la trovavano.

Molti infatti testimoniavano il falso contro di lui e le loro testimonianze non erano concordi. Che cosa testimoniano costoro contro di te? Ma egli taceva e non rispondeva nulla. Avete udito la bestemmia; che ve ne pare?

Tutti sentenziarono che era reo di morte. E i servi lo schiaffeggiavano.

Ma egli di nuovo negava. Volete che io rimetta in libertà per voi il re dei Giudei? E subito, al mattino, i capi dei sacerdoti, con gli anziani, gli scribi e tutto il sinedrio, dopo aver tenuto consiglio, misero in catene Gesù, lo portarono via e lo consegnarono a Pilato.

I capi dei sacerdoti lo accusavano di molte cose. Vedi di quante cose ti accusano!